Saturday, January 13, 2007

Giovanna Daffini ::: L'amata genitrice


Giovanna Daffini, paddy field worker for over 30 years, became a travelling folksinger/storyteller in her forties and was the main inspiration source for Italian folk revival in the '60s

Giovanna Daffini’s songs from Roberto Leydi’s archives

Giovanna Daffini: voice, guitar
* Vittorio Carpi: violin

01. Bella ciao (paddy field version, Vasco Scansani, 1951)
02. Amore mio non piangere
03. Sante Caserio (Piero Gori) *
04. 0 Venezia che sei la piu' bella
05. Domani e' festa non si lavora
06. E viene il di' di lune
07. E picchia picchia la porticella
08. E se non ci conoscete
09. Vi ricordate quel 18 aprile (words: Lanfranco Bellotti, 1948)
10. La violetera (Josè Padilla)*
Giovanna Daffini in "Bella ciao" 1965
primo tempo:
11. Bella ciao (paddy field version, Vasco Scansani, 1951)
12. L'uva fogarina (with female choir)
secondo tempo:
13. Amore mio non piangere
14. La tradottata che parte da Torino

01 - 02 Milano, 17 luglio 7963, registrazione di Roberto Leydi
03 Gualtieri, febbraio 1963, registrazione di Roberto Leydi e Gianni Bosio
04 - 10 Gualtieri, 14 settembre 1964, registrazione di Roberto Leydi e Sandra Mantovani
11 - 14 Milano, 19 maggio 1965, teatro Odeon (dal vivo in 'Bella ciao")

1991 • Dischi del Mulo 300 004-2

Link

3 comments:

d.c. said...

Grazie mille, sono molto graditi i canti di protesta...

Anonymous said...

Thanks verry much!!

henrikkhach said...

HI,
would you please upload this album in another place.
File didn't find in rapidshare.
thanks